Macelleria Scaglia Premiata a Golosaria 2019/2020

Premiati a Golosaria 2019/2020

Milano, 27 ottobre 2019: sul palco dell’Agorà è stato celebrato il meglio dell’enogastronomia italiana.

La Macelleria Scaglia è tra le migliori 100 botteghe d’Italia nella sua categoria, la segnalazione del riconoscimento apparirà sull’edizione 2020 del Golosario di Paolo Massobrio.

Un riconoscimento importante di cui siamo molto orgogliosi, se si conta che i negozi citati sulla guida del gusto sono oltre 4.000.

Quest’anno il tema scelto per Golosaria è “Il cibo che ci cambia” e per questo motivo siamo particolarmente orgogliosi del premio ricevuto. Siamo fieri di vedere crescere nel mondo la sensibilità nei confronti di temi a noi cari da sempre come la sostenibilità ambientale, l’ecologia e l’innovazione nel rispetto della tradizione.

I nostri obiettivi ed investimenti per il futuro consistono nel miglioramento continuo dei processi produttivi, nella ricerca, nella formazione, nell’attenzione ai dettagli e alla tutela dell’ambiente.

Scaglia per i Bambini di Golosaria: laboratorio esperenziale SEMI ARTE  

Esploriamo la vita in fattoria! Mais, orzo, crusca e cereali: alimenti fondamentali per animali ma preziosi anche per l’uomo.

Graziano Scaglia racconta ai bambini cosa mangiano gli animali del suo allevamento a km 0, materie prime coltivate direttamente il loco, spiegando la differenza tra un cereale e l’altro e tra la paglia e il fieno.

I diversi tipi di semi diventano parte di un percorso tattile-sensoriale e di piccole creazioni, che i bambini hanno portato a casa come ricordo di quest’esperienza.

Gli obiettivi educativi del laboratorio per bambini

Perché il laboratorio? Crediamo fermamente che l’educazione sia il principale motore di cambiamento della società di oggi. Per questa ragione cerchiamo di fare la nostra parte nel trasmettere conoscenze e valori legati al nostro settore, consapevolizzando le nuove generazioni sul cibo che mangiano ogni giorno e sull’importanza di interessarsi a come è stato prodotto.

Per saperne di più:

Scrivi un commento